TECARTERAPIA DERMATOFUNZIONALE

La Fisioterapia Dermatofunzionale è una branca specialistica della Fisioterapia che si è sviluppata in Brasile a partire dagli inizi degli anni '90 e sta avendo sempre maggiore diffusione in tutto il mondo. Si occupa dei problemi legati alla funzione del tessuto cutaneo e sottocutaneo con l'obiettivo di ottimizzarne la salute e l'estetica.

 

La Tecar è una delle apparecchiature professionali di cui si avvale il Fisioterapista per il trattamento delle patologie dell'apparato muscolo - scheletrico ma si rivela utile anche in campo dermatofunzionale.

 

TECAR è un acronimo che sta per Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo ed è definita anche DIATERMIA, sostantivo di derivazione greca che evoca il concetto di terapia effettuata "per mezzo del calore".

Si effettua generalmente massaggiando la pelle della zona da trattare con un elettrodo attivo e posizionando un controelettrodo fisso in un'altra parte del corpo. I due elettrodi sono collegati ad un generatore di campo elettrico alternato ad alta frequenza (di solito 1.000 kHz in ambito dermatofunzionale). L'energia elettromagnetica così prodotta determina lo spostamento di ioni ed elettroliti nei tessuti biologici posti tra i due elettrodi sviluppando calore endogeno, cioè proprio all'interno del corpo. La Tecarterapia ottiene in tal modo un riscaldamento omogeneo e confortevole sia a livello superficiale che profondo della zona trattata, differenziandosi pertanto da altri dispositivi (come ultrasuoni, laser, infrarossi) con i quali il calore prodotto è esogeno, ovvero applicato dall'esterno.

Ci sono due modalità operative:

- modalità capacitiva: consiste nell'utilizzo di un elettrodo attivo isolato che esplica un'azione più superficiale, principalmente sul sistema circolatorio vascolare e linfatico e sui tessuti molli (ad esempio i muscoli);

- modalità resistiva: in questo caso si usa un elettrodo attivo non isolato che ha un'azione più profonda ed in particolare sui tessuti fibrosi (ad esempio micro e macronoduli).

 

Gli effetti prodotti dalla Tecarterapia che portano beneficio a livello dermatofunzionale sono molteplici:

- stimolazione del microcircolo capillare con maggior apporto di ossigeno e nutrienti, rimozione di sostanze di rifiuto e conseguente aumento globale del metabolismo cellulare e tissutale;

- miglioramento del metabolismo enzimatico dei grassi nelle cellule adipose;

- aumento del drenaggio linfatico e riduzione degli edemi;

- interruzione delle reazioni fibrotiche del tessuto sottocutaneo;

- effetto rilassante sulla muscolatura, miglioramento del tono muscolare;

- riduzione degli stati infiammatori e delle sindromi dolorose.

 

La Tecarterapia dermatofunzionale trova quindi diverse applicazioni tra cui quelle di seguito evidenziate.

 

BIOLIFTING DEL VISO

La Tecarterapia produce un effetto tensivo immediato dovuto alla modifica delle molecole di collagene. Nel caso di utilizzo di apparecchiature e pratiche non professionali l'aumento della consistenza e l'effetto tensorio sul derma sono invece conseguenti alla provocazione di edema; la Tecarterapia , al contrario, non produce edema ma esercita azione drenante.

Si ha inoltre la formazione di nuovo collagene ed elastina che nel tempo favorisce un aumento della compattezza ed elasticità cutanea del viso con riduzione delle rughe.

 

TRATTAMENTO ANTICELLULITE

Nella "cellulite" (scientificamente definita pannicolopatia edematosa fibrosclerotica) si ha un'alterazione del tessuto sottocutaneo con ipertrofia delle cellule adipose e ritenzione idrica dovuta a disfunzione del sistema venoso e linfatico; ciò può provocare la formazione delle tipica pelle a buccia d'arancia, smagliature, noduli sclerotizzati; a volte è presente dolore al tatto. I già citati benefici della Tecarterapia si rivelano preziosi nel ridurre le disfunzioni alla base dello sviluppo della cellulite.

 

DRENAGGIO DEGLI ARTI - POSTUMI DI LIPOSUZIONE

La Tecarterapia favorisce la riduzione degli edemi e degli ematomi e pone un freno allo sviluppo di tessuto fibrotico in esiti di interventi chirurgici (ad esempio in seguito a liposuzione).

 

ADIPOSITA' LOCALIZZATE

Riduzione degli accumuli di grasso che tendono a permanere in particolari zone (ad esempio alle cosce) nonostante la dieta e l'attività fisica e che spesso sono associati alla cellulite.

 

 

(N.B.: L'informazione riportata in questa pagina in nessun caso sostituisce la consulenza clinica fornita dal singolo professionista sanitario nell'ambito delle competenze specifiche. Si consiglia sempre di consultare professionisti sanitari di fiducia; quanto riportato in questa pagina ha solo un valore informativo e non prescrittivo al singolo caso).

 


CONDIVIDI QUESTA PAGINA SU