MASSAGGIO CLASSICO

massaggio, fisioterapia

Il massaggio è una delle più antiche forme di terapia, utilizzato nel tempo da diverse civiltà seppur declinato in modalità differenti.

 

Il massaggio classico è il massaggio tradizionale standard europeo.

 

Con le manovre del massaggio classico, opportunamente selezionate e dosate, si possono ottenere molteplici effetti, anche opposti tra di loro:

- sulla pelle: eliminazione cellule superficiali, azione emolliente, stimolo alla circolazione sanguigna e linfatica;

- sui muscoli: attivazione circolazione sanguigna, miglioramento morbidezza e consistenza delle masse muscolari rimaste a lungo immobili, decontratturante, miglioramento della capacità contrattile e dell'elasticità delle fibre muscolari in caso di tensioni muscolo - tendinee e retrazioni capsulari;

- miglioramento dello scorrimento dei diversi piani tissutali (cutaneo, connettivo, muscolare);

- sul sistema nervoso periferico: migliora la conducibilità e l'eccitabilità delle fibre nervose motorie e vasomotorie, dà anestesia ai nervi sensitivi favorendo quindi un effetto antidolorifico e rilassante;

- sul sistema nervoso vegetativo: favorisce l'aumento della temperatura corporea, può modificare la frequenza del battito cardiaco, della respirazione, della pressione arteriosa, dare sensazione di benessere;

- sullo psichismo in generale: può conferire distensione, rilassamento, benessere.

 

Il massaggio classico si può usare a fine terapeutico, preventivo, sportivo; in base allo scopo che si vuole ottenere il fisioterapista sceglie le manovre più opportune da applicare e la modalità con cui queste vengono eseguite.

 

Le indicazioni principali del massaggio classico sono:

- trattamento dei reumatismi cronici infiammatori e degenerativi (cervicalgia, lombalgia, ecc.);

- ipotrofia e ipotonia muscolare (problematiche in genere connesse a patologie che determinano immobilità prolungata dei muscoli, disturbi del sistema nervoso periferico, malattie articolari degenerative come l'artrosi, malattie articolari infiammatorie non in fase acuta);

- esiti di lesioni traumatiche o di interventi chirurgici specie ortopedici;

- esiti di contratture muscolari e crampi;

- in preparazione di altre tecniche riabilitative che verranno meglio eseguite grazie all'effetto decontratturante e rilassante del massaggio;

- nello sportivo: nel pre - gara e nel post - gara;

- per alleviare i sintomi della stanchezza fisica, dello stress e favorire il rilassamento e il benessere generale della persona.

 

(N.B.: L'informazione riportata in questa pagina in nessun caso sostituisce la consulenza clinica fornita dal singolo professionista sanitario nell'ambito delle competenze specifiche. Si consiglia sempre di consultare professionisti sanitari di fiducia; quanto riportato in questa pagina ha solo un valore informativo e non prescrittivo al singolo caso).




CONDIVIDI QUESTA PAGINA SU